Comprendere la differenza tra le opere della carne e il frutto dello spirito

Spargi l'amore

Introduzione

Viral Believer è supportato dal lettore. Potremmo guadagnare una piccola commissione dai prodotti che consigliamo senza alcun costo per te. Per saperne di più

Oggi continuo la mia serie sul libro di Galati.

Ho preso in giro la mia congregazione dicendo che quando sono arrivato a questo particolare passaggio in Galati 5 che avrei predicato il mio primo sermone sul fuoco dell'inferno e sullo zolfo che mi hanno sentito predicare.

Ora non ho alcuna intenzione di farlo, ma questo passaggio è stato usato e abusato molte volte da coloro che hanno un debole per la predicazione di questo tipo di sermoni.

Quindi daremo un'occhiata a ciò che l'apostolo Paolo sta cercando di trasmettere quando parla delle opere della carne e del fatto che coloro che si impegnano nelle attività legate alle opere della carne non erediteranno il regno della carne Dio.

Quindi confronteremo ciò che sta dicendo su quelle opere con il frutto dello Spirito e i segni di accompagnamento di quel frutto.

Diamo quindi un'occhiata al passaggio che si trova in Galati 5:16-26

Le opere del versetto biblico della carne

Gal. 5: 16

Dico allora: cammina nello Spirito e non adempirai la concupiscenza della carne. 17 Perché la carne ha desideri contro lo Spirito, e lo Spirito contro la carne; e questi sono contrari l'uno all'altro, così che non fate le cose che desiderate. 18 Ma se sei guidato dallo Spirito, non sei sotto la legge. 19 Ora sono evidenti le opere della carne, che sono: adulterio, fornicazione, impurità, oscenità, 20 idolatria, stregoneria, odio, contese, gelosie, scoppi d'ira, ambizioni egoistiche, dissensi, eresie, 21 invidie, omicidi, ubriachezza, baldoria e simili; di cui vi dico in anticipo, proprio come vi ho detto anche in passato, che coloro che praticano tali cose non erediteranno il regno di Dio.

Comprendere le opere della carne

Ora, come abbiamo visto la scorsa settimana nel mio articolo intitolato “Cadendo dalla grazia“, non siamo chiamati ad essere schiavi cercando di agire secondo la legge, ma siamo chiamati alla libertà e dobbiamo rimanere saldi in quella libertà.

Tuttavia, Paolo prosegue dicendo di non usare questa libertà come un'opportunità per camminare nelle opere della carne.

Questo indica che abbiamo una scelta da fare riguardo a come cammineremo. Abbiamo la scelta di camminare nelle opere della carne o di camminare nella guida dello Spirito Santo.

Vuole che camminiamo secondo la guida dello Spirito Santo.

Per dare loro un esempio di entrambi gli stili di vita, ci fornisce 2 elenchi che mostrano come appare ogni tipo di stile di vita.

Non dovevano essere elenchi che qualificano o squalificano le persone dall'essere cristiani, ma sono invece elenchi che mostrano esempi di ogni stile di vita.

Lascia che ti dia l'elenco delle cose che mostrano come appare camminare nelle opere della carne da una traduzione inglese moderna.

Gal. 5:19 NLT

Quando segui i desideri della tua natura peccaminosa, i risultati sono molto chiari: immoralità sessuale, impurità, piaceri lussuriosi, 20 idolatria, stregoneria, ostilità, litigi, gelosia, esplosioni di rabbia, ambizione egoistica, dissenso, divisione, 21 invidia, ubriachezza , feste sfrenate e altri peccati come questi. Lasciate che vi ripeta, come ho già fatto prima, che chiunque viva quel tipo di vita non erediterà il Regno di Dio.

Si noti che dice che i risultati sono molto chiari.

Questo mostra che questo elenco è un esempio di ciò che accade quando scegli di seguire le opere della carne.

Non è un elenco completo, né una sorta di cartina di tornasole per vedere se sei un buon cristiano.

È un elenco di esempi di cosa cercare per vedere cosa stai seguendo.

Quali sono le conseguenze del vivere mediante le opere della carne?

È qui che entrano in gioco il fuoco infernale e lo zolfo.

Molti predicatori e insegnanti hanno insegnato che se ti impegni in queste attività non andrai in paradiso. Quindi concludono che se non hai intenzione di andare in paradiso, allora andrai all'inferno.

Ma è davvero questo che dice questo passaggio?

Per discernere questo, dobbiamo guardare a due termini usati in questo passaggio. Dobbiamo scoprire cosa significa la parola ereditare e cosa significa Paolo con il termine regno di Dio.

La parola greca “Cleronomeo” significa ricevere molto, ricevere per lotto, esp. ricevere una parte di eredità, ricevere in eredità, ottenere per eredità, essere erede, ereditare ricevere la parte assegnata, ricevere una parte assegnata, ricevere come proprio o in possesso, diventare un partecipante di, ottenere.

Allora ti faccio una domanda?

Quando una persona riceve un'eredità?

Lo ricevono quando sono vivi o quando sono morti?

La risposta è ovvia quando vivono.

Quindi credo che questo passaggio non parli del loro destino eterno quando muoiono, ma abbia a che fare con ciò che ricevono quando vivono.

Diamo un'occhiata al termine Regno di Dio.

Ho insegnato molte volte che la definizione del regno di Dio è “il governo e il regno di Gesù”. Dove regna il Re, è dove esiste il Suo regno. Dove sta regnando è dove dimorano i confini di quel regno.

Quindi, quando parliamo di ereditare il regno di Dio, parliamo del fatto che quando operiamo nella carne, non stiamo ereditando il governo e il regno di Gesù nella nostra vita. Non stiamo partecipando al Suo regno.

Stiamo uscendo dai confini del Suo regno e torniamo ai confini del regno delle tenebre.

Quindi non possiamo aspettarci le benedizioni e la protezione del Re quando scegliamo di allontanarci da dove esistono il Suo governo e regno.

Comprendere il frutto dello spirito

Gal. 5: 22

Ma il frutto dello Spirito è amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, 23 mansuetudine, padronanza di sé. Contro queste cose non c'è legge.

Ora trovo interessante che Paul utilizzi 2 termini diversi nel descrivere ogni scelta. Il primo sta funzionando e il secondo è la frutta.

Uno viene dal provare, l'altro viene dall'essere.

La prima scelta è qualcosa su cui dobbiamo lavorare.

Il secondo è qualcosa che viene naturale quando veniamo cambiati dall'interno verso l'esterno.

Inoltre, voglio portare alla vostra attenzione che Paolo non ha detto frutti dello Spirito ma ha usato la parola singolare frutto. Tutte queste cose fanno parte del frutto singolare dello Spirito nella nostra vita.

Quindi abbiamo una scelta. Possiamo o lavorare per seguire la nostra natura carnale operando con le nostre forze oppure possiamo permettere che lo Spirito Santo ci guidi e produca frutti nella nostra vita su cui non dovevamo lavorare ma che invece siamo diventati parte di ciò che siamo. (Leggi qui i versetti della Bibbia sulla forza.)

Paolo conclude questo capitolo incoraggiandoci che, poiché viviamo già in posizione nello Spirito, dovremmo scegliere di camminare nello Spirito piuttosto che operare nella carne provocandoci a vicenda, invidiandoci a vicenda o essendo presuntuosi.

Quindi, quando si arriva al punto, qual è la decisione che hai intenzione di prendere?

Entrambe le decisioni hanno conseguenze, tuttavia solo una di queste decisioni ha una conseguenza positiva.

Per quanto mi riguarda, scelgo un rapporto con lo Spirito Santo che mi conduce al Suo frutto.

E tu?

Scorrere fino a Top