Missing The Mark - La definizione di peccato

Spargi l'amore

Nella nostra società, e specialmente negli ambienti cristiani, probabilmente non c'è una parola più emotivamente carica di negatività della parola peccato. Ma cosa significa peccato? Qual è la definizione biblica di peccato? Significa mancare il segno. È un termine in greco che deriva da un termine di tiro con l'arco che significa mancare l'occhio di bue.

Viral Believer è supportato dal lettore. Potremmo guadagnare una piccola commissione dai prodotti che consigliamo senza alcun costo per te. Per saperne di più

In Romani 3:23 la Bibbia dice questo

“TUTTI HANNO PECCATO E SONO CADUTI A MENO DELLA GLORIA DI DIO”.

Quindi, per favore, permettetemi di riformularlo un po'. "Tutti hanno mancato il bersaglio e non hanno ottenuto che la loro freccia colpisse la perfezione di Dio."

Quindi cosa significa questo per noi oggi?

Che cosa significa capire che il peccato manca il segno nel modo in cui ci relazioniamo a Dio e seguiamo la Sua parola?

Stiamo tutti perdendo il segno

Quando capiamo che il peccato manca il bersaglio, allora tutti capiamo e possiamo accettare che nessuno di noi è perfetto. Quando sai di non essere veramente all'altezza, che la tua freccia non era da nessuna parte vicina, allora non puoi più illuderti nel pensare che chiudere sia abbastanza buono.

Molte persone classificano automaticamente i peccati in peccati grandi e piccoli peccati. Pensiamo che Dio non sia così arrabbiato con cose come i pettegolezzi, le bugie bianche, o forse giocare a fare sesso in chiesa per prendere il sole sulla spiaggia. (una delle mie cose preferite da fare!)

Meno male che non c'è una spiaggia a Pine Haven! LOL

Pensiamo che a Dio importi solo dei peccati gravi, dell'omicidio, dell'adulterio o del sesso prematrimoniale o del furto. Tuttavia, questo non è il caso.

Indipendentemente dal fatto che i peccati siano ai nostri occhi grandi o piccoli, sono visti allo stesso modo da Dio. Tuttavia, non scoraggiarti. Quando una persona arriva a capire questo e riconosce che la sua imperfezione è altrettanto grave di quella di chiunque altro, c'è una soluzione fornita da Dio stesso.

Poiché a tutti noi manca il bersaglio, abbiamo bisogno della grazia.

La frase successiva in quel versetto che ho citato in Romani 3 si trova nel versetto 24.

“ESSERE GIUSTIFICATO LIBERAMENTE DALLA SUA GRAZIA ATTRAVERSO LA REDENZIONE CHE È IN CRISTO GESÙ”.

Provo a spiegarlo in questo modo. Siete in due in fila per scoccare una freccia. Tirate entrambi la corda dell'arco e fate volare la freccia. Uno di voi è un pessimo arciere, e vola solo per pochi metri, ma l'altro lancia quella freccia in volo. Vola centinaia di piedi. Quello che ha scoccato la freccia pensa che abbiano fatto abbastanza bene e abbiano battuto male il primo arciere. Poi arriva il maestro del torneo e dice a entrambi che avete mancato, che nessuna delle vostre frecce si è avvicinata al bersaglio che era dall'altra parte del vostro paese. Se lo hai visto da un'alta quota, le tue frecce hanno mancato altrettanto gravemente.

È lo stesso con i nostri tentativi di perfezione. Quando ci confrontiamo l'uno con l'altro, pensiamo che stiamo andando abbastanza bene, ma quando ci confrontiamo con l'ideale di Dio, siamo rimasti molto indietro.

Ecco perché abbiamo bisogno della grazia. La grazia è Dio che ci dà ciò che non meritiamo. Ci dà il nastro blu o il trofeo per aver colpito nel segno quando non ci siamo nemmeno avvicinati. Lo fa per quello che ha fatto Gesù, non per quello che abbiamo fatto noi.

Il vero cristianesimo non riguarda l'essere senza peccato, ma il fatto che non possiamo essere senza peccato e che Gesù ci ha comunque redenti.

Poiché tutti abbiamo mancato il bersaglio, abbiamo bisogno di essere riscattati.

Non so quanti siano abbastanza grandi per ricordarselo, ma quando ero bambino mia madre collezionava francobolli verdi S&H. Avrebbe incollato tutti i francobolli in un librettino e, quando ne avesse avuto abbastanza, avrebbe riscattato quei francobolli per qualcosa che voleva.

Ebbene, in modo genuino, Gesù raccolse tutti i francobolli verdi che aveva bisogno di raccogliere vivendo una vita senza peccato e poi essendo disposto a trasformare la sua vita per la nostra. Ci ha redento. Quindi non siamo più i perdenti della vita che devono andare in giro con la punizione spirituale dei nostri peccati, ma ci è data la Sua giustizia (giusta condizione) con Dio.

Quando Dio ci guarda, ci guarda come se non fosse mai accaduto. Questa è la definizione di giustificazione. Proprio come se non fosse mai successo. Quindi smettila di picchiarti per i tuoi fallimenti passati, presenti e sì anche futuri. Sei stato redento, ti è stata data una nuova prospettiva di vita perché Dio non ha un elenco dei tuoi peccati, sono stati cancellati e gettati fin dove l'oriente è dall'occidente.

Hai accettato la grazia di Dio per aver mancato il bersaglio?

Come libero agente morale, hai la scelta se accettare o meno ciò che Gesù ha fatto per te o meno. Puoi continuare a cercare di scoccare quella freccia attraverso il paese e colpire il bersaglio, oppure puoi sottometterti a ciò che Dio ha fatto attraverso Gesù e prendere la Sua vita.

Molte persone dicono che accetteranno Gesù, ma poi ricominciano a cercare di essere perfetti. Cercano di essere ancora all'altezza di alcuni standard di santità in loro potere. La santità non è la meta della vita cristiana. Avere una relazione personale con Gesù è l'obiettivo della vita cristiana. La santità e la crescita nella maturità avvengono come risultato di quel rapporto con Gesù.

Se non hai mai iniziato una relazione personale con Gesù, allora ti incoraggerei ad andare al Pace con Dio di LPI.

Se sei un credente, allora ti incoraggerei a concentrarti sulla tua relazione con Gesù e non sul peccato. Più cerchi di essere perfetto nelle tue forze, più dici a Dio che il suo dono non è stato abbastanza. Più guardi al tuo fallimento, più dici che Gesù non ha fatto un lavoro abbastanza buono che devi aiutarlo.

Invece, cerca di trascorrere più tempo con Gesù, dedica più tempo sia alla preghiera che all'ascolto delle sue parole. Penso che scoprirai che se guardi a Gesù, il peccato sempre minore diventa un problema.

Blessings

Pastore Duca

Per approfondire questo argomento, ti consigliamo

3 pensieri su “Mancare il segno – La definizione del peccato”

  1. Non molti sanno che la parola “peccato” deriva dagli antichi greci e la traduzione vera e propria è “mancare il bersaglio”.
    Questo cambia completamente il concetto di peccato.
    Se sei cresciuto in una famiglia cattolica, ti è stato insegnato che peccare significa essere una persona terribile.
    In realtà significa solo che hai commesso un errore. È tutto ciò che senti, credi o dici che va contro te stesso.
    http://fabriziofusco.com/real-origin-and-meaning-of-sin-doctrine-to-control-you/

  2. + JMJ +
    Pax Christi!

    Dio ti benedica, pastore!
    Rilassati - La maggior parte di noi ricorda i francobolli verdi S & H e i centri di riscatto dove le mamme riscattavano i loro libri di francobolli per la merce. E sono sicuro che questo è ciò a cui ci siamo riferiti quando abbiamo sentito per la prima volta che Nostro Signore Gesù ci ha redenti e che era il nostro Redentore.

    L'infinito in un fatto finito, l'eternità in un atto temporale:
    il Cristo Vivente...
    per mezzo dello Spirito Santo il Verbo eterno di Dio si è fatto carne nella Beata Vergine Maria, Madre di Dio, e come vero Dio e vero Uomo ha adempiuto la Divina Volontà del Padre, colpendo “l'occhio di bue” di ogni atto voluto da Dio in tutta la sua Vita – Redenzione dell'uomo caduto, restaurando l'unione filiale tra l'uomo e il suo Padre celeste, il “Nuovo Adamo” incarnandosi nella Beata Vergine Maria, “la Nuova Eva” – Ancella del Signore” piuttosto che voltare le spalle a Lui nella disobbedienza .

    Per unirsi a noi nella Santa Comunione con il Suo Corpo e Sangue Risorto, Anima e Divinità, la notte prima di soffrire, Gesù prese il pane nelle Sue mani, lo benedisse e, spezzandolo, disse: “Prendete e mangiate. Questo è il mio corpo…”, e con il calice di vino, lo prese e lo benedisse, e disse: “Prendete e bevete, poiché questo è il mio sangue della nuova ed eterna alleanza”. Disse che "Se non mangi la mia carne e non bevi il mio sangue, non hai vita dentro di te".
    Attraverso la sua potenza divina di creatore, ha transustanziato il pane e il vino per essere la sua presenza reale per unirci nell'unità della vita e dell'amore divini in lui, che è il regno di Dio.

    I manifestanti originali – “protestanti” – hanno detto: “Questo è un insegnamento troppo difficile” e “si sono voltati e non hanno più camminato con Lui”. Santo Vangelo di San Giovanni
    6: 66.

    Non avviare una “nuova chiesa”, Pastore. Studia la storia del cristianesimo e unisciti alla Chiesa che Gesù iniziò su San Pietro, la Santa Chiesa Cattolica con la Presenza di Gesù Risorto lì nei Tabernacoli di ogni Chiesa Cattolica – lì perché tu possa ricevere per essere unito nella Santa Comunione con Gesù Risorto e la Santissima Trinità!!!! (E per favore, non equiparare i servitori caduti di Dio nella Sua Santa Chiesa - siamo tutti peccatori - con Nostro Signore vivente nei Suoi Santi Sacramenti!) Gesù ci ha detto, "le Porte dell'Inferno non prevarranno contro di Essa". Quasi 2000 anni, ed è ancora qui.

    Per studiare la storia del cristianesimo,
    è diventare cattolico.

    Vieni a casa
    a Roma.
    La Santa Chiesa Cattolica, fondata da Gesù Cristo nel 33 d.C.

    Nei Cuori Uniti di Gesù, Maria e Giuseppe,

    Medjugorje
    (cercalo – medjugorje.ws)

I commenti sono chiusi.

Scorrere fino a Top